Economia e Forma di Governo

Bookmark and Share

FORMA DI GOVERNO
La Samoa è una monarchia costituzionale ed è divisa in 11 distretti politici detti itumalo e che sono:

Distretto  Capitale

1

Tuamasaga
2 A'ana
3 Aiga-i-le-Tai
4 Atua
5 Va'a-o-Fonoti
6 Fa'asaleleaga
7 Gaga'emauga
8 Gaga'ifomauga
9 Vaisigano
10 Satupa'itea
11 Palauli

Sempre dal punto di vista politico, la Costituzione del 1969, frutto dell’indipendenza ottenuta da questo stato nel 1962, è basata sulla struttura della democrazia parlamentaria britannica, modificata però tenendo conto degli usi e dei costumi dei samoani.

La legislatura unicamerale (Fono) è costituita da 49 membri, in carica per cinque anni;. 47 sono eletti da distretti territoriali da Samoani e gli altri due non da gente locale e in collegi elettorali separati.

Il suffragio elettorale fu esteso nel 1990 a tutti i cittadini che avessero ventun’anni, come conseguenza del quale oggigiorno ci sono più di 25.000 matai (capi) nello Stato, di cui circa il 5% sono donne. Il primo ministro è scelto dalla maggioranza nel Fono ed è nominato per formare il governo. Le sue scelte sui 12 ministri da inserire nel Gabinetto sono supervisionate dal capo dello stato e continuamente soggette al volere del Fono. Ci sono due importanti partiti in Samoa: il Partito per la protezione dei diritti umani e il Partito Democratico Unito della Samoa. Anche il sistema giudiziario, come il governo, si basa sul modello britannico.

 

ECONOMIA
L’economia di questo Stato sta conoscendo un notevole miglioramento nel settore del mercato d’esportazione; ciò grazie anche alla sua moneta che è rimasta competitiva, nei confronti dei suoi partner commerciali, favorendo così lo sviluppo di un piccolo settore privato.

La maggior parte della ricchezza economica è dipesa, da sempre, dalle esportazioni agricole (olio di noci di cocco, cacao, banane), anche se stando al Bollettino della Banca Centrale di Samoa (CBS) del settembre 2002, è cresciuta significativamente anche l’esportazione del mercato del pesce.

Un incremento si è registrato anche nella produzione industriale e nel settore turistico che ha conosciuto un sensibile progresso nel giugno 2002 rispetto ai mesi precedenti dello stesso anno.